Fideiussioni
per locazioni
Uso commerciale, privato,
transitorio ed agevolato
Fideiussioni
per costruzioni
Permute, S.A.L., D.I.A., Lottizzazione,
Oneri di Urbanizzazione, etc.
Fideiussioni
per stranieri
Visto turistico,
Visto studi e/o lavoro
garanzie per l'agenzia
delle entrate equitalia
garanzia verso
gli istituti bancari
Fideiussioni per Locazioni...
fideiussioni per locazioni, procedura, caratteristiche
Fideiussioni per locazioni

Quello che ci preme sottolineare fin dall’inizio è che non si tratta di un’assicurazione che interviene a pagare l’affitto al proprietario se questo non viene corrisposto dall'inquilino, ma bensì di una fideiussione, ovvero di una garanzia aggiuntiva alla solvibilità dell’inquilino che interviene laddove quest’ultimo si trovi in uno stato di morosità; una volta liquidato l’importo dovuto al proprietario, la compagnia non andrà a dare “una pacca sulle spalle” all’inquilino, ma farà tutto il possibile per recuperare i soldi anticipati al proprietario rivalendosi su di esso. È giusto che l’inquilino sappia che non sta firmando un contratto che si sostituisce a lui nel caso in cui non voglia più pagare l’affitto, ma semplicemente un’ulteriore garanzia di solvibilità sulla sua persona, affinché il proprietario non abbia remore nel concedergli il proprio appartamento attraverso un contratto di locazione.

Escussione
La fideiussione prevede l’escussione a prima richiesta con un tempo di attesa pari a 30 giorni; vediamo cosa significa. Il termine “a prima richiesta” indica che la compagnia che ha rilasciato la garanzia non si può avvalere del diritto di recuperare in primis le spettanze non pagate dall’inquilino per poi liquidarle al proprietario, ma deve prima erogare a quest’ultimo ciò che è stato pattuito sul contratto per poi tentare di recuperare quanto possibile dal primo. Il periodo di 30 giorni prima nominato indica il lasso di tempo che trascorre dalla richiesta di liquidazione fatta dal proprietario all’escussione della somma dovuta.

La Procedura
È molto importante comprendere la procedura che il proprietario deve mettere in atto per ottenere l’escussione. Il proprietario, dal momento in cui l’inquilino non paga più l’affitto, deve avviare la pratica di sfratto (per questo motivo è molto importante che il proprietario stipuli la copertura di tutela legale).
Questa azione è importante per dare il cosiddetto requisito di data certa, ovvero la data presa in considerazione dalla compagnia come inizio dello stato di morosità da parte dell’inquilino. Sull’ingiunzione di sfratto verrà infatti riportata la mensilità con la quale l’inquilino ha iniziato ad essere inadempiente; da questa mensilità parte il conteggio dei canoni non corrisposti. La garanzia prevede il risarcimento al proprietario per un massimo di 12 mensilità arretrate.

Servizio Garanzia Affitto
Servizio Garanzia Affitto (a valere su convenzione con Confedilizia). Consiste nel rilascio di una fideiussione al potenziale conduttore di un immobile a favore del proprietario dello stesso , che sostituisce il deposito cauzionale tradizionale costituito a tutela del locatore per il pagamento del canone e delle spese pattuite. Il servizio può essere rilasciato s ia per immobili ad uso abitativo che ad uso diverso da quello abitativo.
Qualora il conduttore non sia correntista è obbligatoria l’aper tura di un conto corrente, che non prevede costi ed è utilizzabile esclusivamente per gestire il Servizio di Garanzia Affitto.

Caratteristiche
Servizio di garanzia affitti (abitativa e non abitativa): caratteristiche: Consiste nel rilascio di una fideiussione al potenziale conduttore di un immobile a favore del proprietario dello stesso associato a Confedilizia, che sostituisce il deposito cauzionale tradizionale costituito a tutela del locatore per il pagamento del canone e delle spese pattuite. Il servizio può essere rilasciato sia per immobili ad uso abitativo che ad uso diverso da quello abitativo.
Qualora il conduttore non sia correntista il pagamento della commissione annua avverrà per cassa alla scadenza di ogni annualità.

>> Vuoi approfondire ulteriormente l'argomento? Seguici ancora sul nostro minisito...
Fideiussione per affitto,
di cosa si tratta e come funziona

Tra le varie forme di pagamento legate alle locazioni immobiliari c'è quella delle fideiussioni per l'affitto. Tale prestazione economica è una forma di fideiussione specifica per gli affitti che viene adottata dai proprietari di casa per assicurarsi una copertura sul pagamento dei contratti sia commerciali che ad uso abitativo. La fideiussione per affitto prevede la presenza di un fideiussore terzo, che sottoscrive un contratto da affiancare a quello canonico d'affitto e che garantisce con la sua firma l'eventuale pagamento di alcune rate, qualora l'affittuario sia impossibilitato a farlo per problemi economici o di altra natura. Il soggetto terzo manterrà dunque rapporti col proprietario che affitta l'abitazione per tutta la durata del contratto di locazione.

La fideiussione per affitto scade col contratto di locazione; per rinnovarla bisognerà dunque stipulare un nuovo atto con nuova firma del fideiussore terzo. La fideiussione per affitto, sia assicurativa che finanziaria, grazie alla garanzia di pagamento del terzo, consente inoltre la possibilità di usufruire del proprio denaro senza congelarlo. Il garante della fideiussione, se non rispetta i termini e i tempi di pagamento potrebbe avere problemi sul suo patrimonio personale.

Le fideiussioni per affitto vengono avanzate ad una agenzia immobiliare, a una assicurazione oppure a un intermediario finanziario; I documenti necessari alla richiesta della fideiussione per affitto sono: copia del Certificato Camerale per i contratti commerciali; dichiarazione dei redditi del contraente; copia del contratto o preliminare di locazione; copia della carta d'Identità; copia del codice fiscale.

Contattaci per un Preventivo Gratuito!